La tua nuova casa passo per passo

AVERE LA CASA DEI TUOI SOGNI: UNA GUIDA ALL’ACQUISTO DELLA CASA CHE PUOI PERMETTERTI

Ci hai pensato per un po’: avere un posto tutto tuo dove puoi personalizzare le caratteristiche, costruire serenità e finalmente mettere radici. Ma se i costi associati all’acquisto di una nuova casa sono ciò che ti frena, in realtà ci sono molti modi in cui puoi prepararti finanziariamente per essere in grado di possedere la casa dei tuoi sogni. Continua a leggere per i nostri passaggi per l’acquisto di una casa che puoi amare e permetterti.

CONOSCERE I COSTI COMPLESSIVI DI UNA CASA

Prima di poter iniziare il processo di acquisto della casa, è importante comprendere i prezzi in termini di costo della casa, acconto, tassi ipotecari, ecc. Ecco alcune cose di cui dovresti tenere traccia:

Conosci il tuo merito creditizio

Conoscere il tuo punteggio di credito è fondamentale per capire che tipo di prestito e tasso di interessi puoi ottenere. Avere un buon profilo di merito creditizio dovrebbe essere uno dei primi passi per l’acquisto di una casa. Comprendere il tuo credito ti aiuterà anche a sapere se devi correggere potenziali errori nella tua storia creditizia. In definitiva, conoscere il tuo punteggio di credito ti darà un’idea della casa che potrai acquistare. Puoi farlo semplicemente rivolgendoti ai tanti servizi on line di credit check.

Calcola quanto puoi permetterti

Una volta che hai conosciuto il tuo stato di salute finanziaria, calcola quale casa puoi permetterti in base al tuo reddito, disponibilità di fondi e pagamenti mensili. Come regola generale quando si determina l’accessibilità economica, la rata del mutuo non dovrebbe essere superiore al 28% del reddito mensile lordo e le spese mensili non dovrebbero essere superiori al 36%. Trova calcolatori di fattibilità finanziaria facili da usare su Google.

Risparmia per un acconto

Uno dei passaggi chiave per l’acquisto di una casa è assicurarsi di avere i fondi disponibili per un acconto, poiché ciò influisce sul mutuo e sui costi complessivi dell’alloggio. Idealmente, dovresti essere in grado di mettere almeno il 20 percento per ottenere il tasso più basso possibile anche per iniziare a costruire la tua nuova casa.

Ma come si inizia a risparmiare per un acconto? Anche se non esiste una soluzione uniforme per tutti e l’esperienza di acquisto della casa di ogni persona è unica, ci sono alcune potenti ragioni come i vantaggi della proprietà della casa che dovrebbero farti spendere più soldi ora per risparmiare ancora di più in seguito.

Naturalmente, il modo diretto per risparmiare è ridurre le spese. Guarda tutti gli eccessi che potresti spendere ogni mese – mangiare fuori, fare shopping, andare in vacanza – e determinare cosa puoi ridurre o minimizzare. E metti da parte quei soldi. Ognuno ha diversi contesti e priorità di vita, quindi ciò che conta è cosa puoi fare nella tua situazione specifica.

Alla fine di tutto, devi anche essere paziente. Possono essere necessari da cinque a sette anni per risparmiare ciò di cui hai bisogno per un acconto. Ricorda solo: alla lunga ne varrà la pena, quando finalmente entrerai in quella casa che stavi aspettando di chiamare tua.

Evita di diventare un “proprietario in difficoltà”

Gli esperti dicono che il pagamento della tua casa dovrebbe essere al massimo pari a circa il 25 percento del tuo reddito totale, o fino al 30 percento se non hai altri debiti da saldare. Tuttavia, quando si verificano circostanze impreviste, come perdere il lavoro, una malattia, questioni familiari, puoi ritrovarti povero in casa. Secondo noi:

“Proprietario in difficoltà” si verifica quando una parte eccessiva del reddito disponibile di un mutuatario deve essere destinata a pagare il pagamento della casa. Inoltre, i mutuatari tendono a pensare che saranno disposti a fare sacrifici su spese come uscire a cena, fare la spesa, nuovi mobili e persino l’asilo nido per i bambini, ma questo può cambiare una volta che hai la tua casa. Inoltre, accade ch nella vita e si verifichino spese impreviste. Anche quando sono pienamente qualificati, i mutuatari a volte si chiedono se saranno ancora in grado di godersi la qualità della vita che desiderano avere, facendo le cose che amano fare, con il loro nuovo pagamento della casa. Se la risposta è “no”, i mutuatari dovrebbero cercare di ridurre la loro rata di mutuo. Questo di solito significa risparmiare di più per l’acconto, trovare un programma di prestito con un tasso più basso o cercare una casa a un prezzo più basso.

Assicurandoti di seguire con scrupolo le considerazioni finanziarie nelle sezioni precedenti, puoi certamente evitare di soffrire l’acquisto della nuova casa.
E con ciò, ora possiamo passare ai passaggi corretti ed efficienti per offrire la casa dei tuoi sogni.

PASSI PER AVERE LA CASA DEI SOGNI

Una “casa dei sogni” è uno spazio che incarna la visione perfetta di dove vuoi vivere la tua vita, secondo i tuoi gusti e le tue esigenze. Forse è una grande cucina illuminata dal sole per mettere in scena tutte le tue avventure culinarie, uno spazio di vita all’aperto per riunioni di famiglia nel cortile o anche un moderno layout aperto situato vicino al vivace centro urbano, qualunque cosa sia, pensa per un momento a ciò che ti dà gioia e si adatta al tuo stile di vita. Fatto? Ora controlla i seguenti passaggi per offrire la casa dei tuoi sogni:

  1. Inizia a risparmiare. Esamina lo stato dei tuoi risparmi, pe cerca di scoprire dove puoi ridurre la tua spesa mensile attuale. Cerca di risparmiare abbastanza da poter mettere il 20% in meno sulla tua casa.
  2. Trova il miglior tasso di mutuo. Mentre cerchi le opzioni che funzionano meglio per le tue circostanze, assicurati di ottenere il tuo credito in ordine, mettere da parte abbastanza per un acconto e costi di chiusura e gestire le tue spese mensili. Ricorda, le tue spese mensili non dovrebbero superare il 36% del tuo reddito ante imposte.
  3. Scegli la zona dove vuoi avere casa. I prezzi delle case possono variare drasticamente in base alla posizione ed è importante pensare a ciò che è fondamentale per te quando determini l’area in cui stai per investire.
  4. Rimani entro il tuo budget. Determina quale spesa puoi permetterti, considerando di essere in grado di vivere abbastanza comodamente da goderne. Cerca di spendere il 25 percento del tuo reddito in spese abitative per evitare di impoverire le tue finanze.
  5. Non contare sul reddito futuro. Non puoi sempre prevedere l’esito di un lavoro futuro o di una circostanza della vita. Basa il tuo nuovo budget di casa su dove ti trovi ora, dandoti un ragionevole cuscino per qualunque cosa accada.

Una batteria in cemento

Immaginate interi edifici capaci di immagazzinare energia nelle proprie pareti, al pari di una gigantesca batteria ricaricabile. Grazie alla ricerca della Chalmers University of Technology, in Svezia, questa visione psta diventando realtà. Qui infatti un gruppo di ricercatori del Dipartimento d’Architettura e Ingegneria Civile ha messo a punto un nuovo concept per l‘accumulo energetico in grado di fornire anche sostegno strutturale. Il risultato, presentato nella rivista scientifica Building, è un’innovativa batteria ricaricabile in cemento con una densità energetica media di 7 Wh per metro quadrato.

Per realizzare la speciale soluzione di stoccaggio si parte da una miscela a base di cemento con l’aggiunta di piccole quantità di fibre di carbonio. Tali elementi sono necessari per aumentarne la conduttività e la resistenza alla flessione. Il passo successivo richiede di incorporare alla miscela una rete in fibra di carbonio rivestita di metallo: ferro per l’anodo e nichel per il catodo. Al pari degli elettrodi tradizionali, questi trasportano gli elettroni avanti e indietro in fase di carica e scarica.

La ricetta finale è frutto di diverse sperimentazioni avviate per migliorare le ricerche sul tema. “Risultati di studi precedenti sulla tecnologia delle batterie in calcestruzzo avevano mostrato prestazioni molto basse”, spiega la dottoressa Emma Zhang. “Ci siamo resi conto che dovevamo pensare fuori dagli schemi, per trovare un altro modo per produrre l’elettrodo. L’idea che abbiamo sviluppato non è mai stata esplorata prima. Ora abbiamo la prova del concetto su scala di laboratorio”.

La nuova batteria ricaricabile in cemento ha una densità di energia di 7 Wh per metro quadrato o 0,8 Wh per litro. Valori che secondo il team, guidato dal professor Luping Tang, potrebbero rivelarsi più di 10 volte maggiori rispetto ai precedenti tentativi. E sebbene si tratti di prestazioni ancora molto basse rispetto ai dispostitivi di accumulo commerciale, la possibilità di essere scalata per formare strutture massicce potrebbe aiutare a contrastare la sua capacità limitata. “Potrebbe anche essere accoppiata – suggerisce Zhang – con pannelli solari per fornire energia, ad esempio, ai sistemi di monitoraggio in autostrade o ponti”.

5 Cose da fare per il trasloco nella tua nuova casa

Trasferirsi in una nuova casa può essere un compito arduo, mentre cerchi di capire da dove iniziare con attività che sembrano infinite. Per quanto una nuova casa possa essere un cambiamento eccitante e sperato, non arriva senza un po’ di stress. Noi di Fist Costruzioni cerchiamo di rimediare un po’ e ti diamo alcune indicazioni su piccole cose che puoi fare quando ti trasferisci nella tua nuova casa, in modo che tu possa goderti il ​​nuovo spazio il prima possibile.

A prova di bambino/animale domestico

Quando ti trasferisci in una nuova casa, una delle prime cose che vorrai fare è assicurarti che sia pronta per tutti i cuccioli della tua famiglia, compresi quelli a quattro zampe. Anche se vorrai rendere a prova di bambino le cose comuni come porte e armadietti, il tuo primo obiettivo dovrebbe essere quello di creare uno spazio dedicato in cui i bambini possano giocare mentre le cose vengono portate in casa.

Layout

Potresti averlo già fatto la prima volta che sei entrato in casa, anche prima dell’acquisto, ma è bene disporre su carta dove vuoi i tuoi mobili in ogni stanza. Se hai ingaggiato dei traslocatori, con un progetto su carta si sposteranno rapidamente e saprai esattamente dove si troverà ogni mobile e accessorio della tua casa.

Pulizia

Mentre ti trasferisci nella tua nuova casa, ci sarà ovviamente uno spazio pulito per tutti i tuoi oggetti, ma questi potrebbero essere sporchi, uscendo dal camion dei traslocatori. Non vuoi che un tavolo da pranzo impolverato rallenti il primo pranzo preparato nella tua bellissima nuova cucina. Se puoi, prova a dare la priorità alla pulizia di mobili più grandi man mano che vengono collocati nella tua casa. Quindi, quando inizi a organizzare i tuoi oggetti, pulisci anche quelli in modo che un grande lavoro venga suddiviso nel tempo.

Cambia il tuo indirizzo

Nel caos dell’acquisto di una nuova casa e del trasloco, potresti dimenticare uno dei passaggi fondamentali, cambiare il tuo indirizzo postale. Puoi compilare un modulo di cambio di indirizzo online sul sito poste.it che inoltrerà tutta la posta diretta al tuo indirizzo precedente. Ti consigliamo di aggiornare il tuo indirizzo con la tua banca, i servizi di abbonamento e chiunque altro ti invii regolarmente corrispondenza o fatture. Se hai cambiato regione, dovrai anche sostituire la tessera sanitaria presso la ASL territoriale.

Incontra i tuoi vicini

Nell’era dei social media e degli smartphone, troppo spesso le persone si trasferiscono in una nuova casa e non incontrano mai le persone che vivono accanto. Dopo la sistemazione iniziale, fai uno sforzo per incontrare i tuoi vicini e sviluppare relazioni che potrebbero tornare utili nel tempo. Potrebbe sembrare antiquato a questo punto, ma portare un piccolo pensiero come dei biscotti può fare molto per una buona relazione di vicinato. Stabilire una connessione significa che avrai qualcuno di cui fidarti vicino a casa tua.

10 attività per godersi la vita in Abruzzo

L’Abruzzo è uno di quei posti unici dove è possibile ammirare la forza di Madre Natura in tutta la sua purezza. Un terzo del suo territorio è area protetta: può vantare tre Parchi Nazionali, un Parco Regionale e oltre trenta Riserve Naturali che rendono la regione leader assoluto nel campo del “turismo verde”.

Laghi dai riflessi cangianti, vette che sfiorano il cielo e larghe spiagge sabbiose: tutto questo è l’Abruzzo. Ma è anche una terra ricca di storia e cultura, costellata di borghi suggestivi e fortezze medievali. Allora sei pronto per un viaggio avventuroso tra mare, colline, montagne e natura rigogliosa? Ecco le 10 cose da vedere nella regione verde d’Europa.

1. Rocca Calascio

Iniziamo il nostro itinerario con un luogo da cartolina e uno dei simboli indiscussi della regione. A picco su uno sperone roccioso nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, indifferente al passare del tempo, giace il Castello di Rocca Calascio. Una fortificazione interamente in pietra bianca che domina la Valle del Tirino e l’altopiano di Navelli e che svetta a circa 1500 metri d’altezza.

È famosa per essere uno dei castelli più elevati d’Italia ed è una delle cose assolutamente da vedere in Abruzzo. La bellezza di questo luogo è davvero struggente, non a caso è stata inserita dal National Geographic nella lista dei 15 castelli più spettacolari al mondo. Oltre che ad aver fatto da scenografia a numerosi film cult tra i quali Lady Hawke e il Nome della Rosa. È la meta ideale per gli amanti delle escursioni e del trekking che potranno raggiungere il castello attraverso tortuosi percorsi che si inerpicano sulle montagne e ammirare vedute mozzafiato.

2. Santo Stefano di Sessanio

Sempre nel Parco Nazionale del Gran Sasso, poco distante da Rocca Calascio sorge Santo Stefano di Sessanio, un minuscolo borgo medievale e un gioiello architettonico rimasto pressoché immutato. È famoso per essere una meta di turismo non convenzionale grazie un progetto realizzato da Daniele Kihlgren, un giovane imprenditore svedese che ha acquistato parte delle abitazioni abbandonate del centro storico e le ha rese una struttura alberghiera perfettamente integrata nell’estetica del borgo.

Per scoprire le principali attrazioni di Santo Stefano non dovrai far altro che perderti tra le strade e le case di pietra bianca. Lungo il percorso incontrerai la Porta e la Piazza Medicea, la Casa del Capitano e il Palazzo delle Logge e, poco fuori dal centro, la suggestiva chiesa della Madonna del lago.

3. Alba Fucens

Sei appassionato di storia e vuoi fare un viaggio nel tempo? Abbiamo la soluzione che fa per te! Andiamo ad Alba Fucens, l’antica colonia romana ai piedi del monte Velino. Dopo essere rimasta sepolta per anni, la città d’Alba fu riscoperta nel 1949 grazie a una campagna di scavi durata circa trent’anni e condotta da un gruppo di studiosi dell’Università di Lovanio.

In questo sito archeologico dall’incredibile valore culturale potrai osservare numerosi monumenti. Tra quelli meglio conservati spiccano l’Anfiteatro, la cinta muraria lunga circa 3 km e il macellum o mercato. Inoltre è possibile riconoscere i resti delle terme e di alcuni edifici religiosi come il Tempio di Apollo, il Tempio di Iside e il Santuario di Ercole.

4. Grotte di Stiffe

Se ti piace visitare luoghi insoliti o se hai sempre sognato di vivere un’avventura come quella dei Goonies le Grotte di Stiffe fanno al caso tuo! Situate nel comune di San Demetrio ne’ Vestini, nella provincia dell’Aquila, sono una delle principali attrazioni del Parco Regionale Naturale Sirente-Velino nonché meta ideale per una gita fuori porta.

Si tratta di un complesso di grotte carsiche molto vasto e articolato. Gli speleologi si sono inoltrati fino a 2.900 metri dall’ingresso e quella accessibile al pubblico non è che una piccola parte (circa 700 m). Durante il percorso una guida esperta ti accompagnerà attraverso le 3 sale principali delle grotte: la Sala del silenzio, la Sala della Cascata e la Sala delle Concrezioni. Ti aspettano canyon, laghi color pece, scroscianti cascate e drappeggi di stalattiti e stalagmiti dalle forme più bizzarre. Sei pronto ad addentrarti nelle profondità della terra?

5. Lago di Scanno

Amanti della pellicola o degli scatti instagrammabili vi portiamo a Scanno, la “perla d’Abruzzo”, anche conosciuta come la “città dei fotografi”. Sono in numero sempre crescente, infatti, i fotografi professionisti e non che amano immortalare gli scorci di questo borgo incantato dell’Alta Valle del Sagittario. Un saliscendi di stradine lastricate in cui perdersi tra case in pietra con balconcini in ferro battuto e portali barocchi e da cui scorgere le pendici boscose delle montagne, così vicine che sembra di toccarle con un dito.

A fare da cornice al paesino c’è una natura selvaggia e un lago blu che visto dall’alto sembra assumere la forma di un cuore. Il lago di Scanno è il più grande bacino naturale dell’Abruzzo e, oltre ad offrire meravigliosi paesaggi, si presta a numerose attività. Avrai solo l’imbarazzo della scelta: potrai praticare sport come la canoa, fare una gita in pedalò, fare il giro del lago in bici o anche solo sdraiarti sulle sponde a fare un pic-nic o a rilassarti.

6. Basilica di Santa Maria di Collemaggio

Superba e maestosa, la Basilica di Santa Maria di Collemaggio si erge nel capoluogo di regione L’Aquila. Voluta alla fine del Duecento dal papa Celestino V è uno dei più grandi capolavori dell’architettura abruzzese.

Questo magnifico edificio ti conquisterà in ogni suo piccolo dettaglio a cominciare dalla facciata, un ipnotico ma ordinato susseguirsi di tasselli bianchi e rosa che fanno da sfondo a tre rosoni e altrettanti portali. Al suo interno è possibile osservare influenze bizantine, arabe, siciliane e toscane. La struttura, che è stata gravemente danneggiata dal terremoto del 2009, è stata totalmente restaurata e oggi si presenta in tutto il suo splendore.

7. Eremo di San Bartolomeo in Legio

Se cerchi un’esperienza che ti immerga nell’Abruzzo rurale o se semplicemente vuoi goderti un viaggio in solitaria per staccare la spina dalla routine frenetica e riflettere immerso nella natura, non possiamo che consigliarti di visitare l’Eremo di San Bartolomeo in Legio. Letteralmente incastonato all’interno di uno sperone roccioso di 50 metri a circa 700 metri sul livello del mare, si trova nel territorio di Roccamorice, in provincia di Pescara.

Potrai accedere all’eremo attraverso una scala scavata nella roccia, la Scala Santa, che porta ad un balcone roccioso al fine del quale si trova una chiesetta, anch’essa, quasi interamente scavata nella roccia. L’Eremo di San Bartolomeo in Legio è una delle tappe del “Sentiero dello Spirito”: circa 70 km di percorsi nel Parco Nazionale della Majella realizzabili in 3-4 giorni. Se ti va di percorrere l’itinerario completo armati della tua attrezzatura da trekking e preparati per un’avventura rigenerante tra valli profonde e natura incontaminata!

8. Costa dei Trabocchi

Sopravvissuti alle mareggiate, al vento sferzante e al passare inesorabile del tempo continuano protendersi verso il mare e a sorvegliarlo, come guardiani silenziosi della costa adriatica. Sono i trabocchi, delle costruzioni in legno simili a palafitte, un tempo usate per la pesca e disseminate lungo il litorale abruzzese. La Costa dei Trabocchi corrisponde al tratto di litorale Adriatico della provincia di Chieti che va da Francavilla a San Salvo e la maggiore concentrazione di queste strutture si trova sulla porzione compresa tra Ortona e Vasto.

Nella Terra dei Trabocchi si concentrano anche numerose riserve naturali regionali, 10 per l’esattezza. Tra tutte ti consigliamo di visitare la Riserva Naturale Regionale di Punta Aderci, uno dei tratti costieri più suggestivi in Abruzzo e la Riserva Naturale Regionale della Lecceta di Torino di Sangro, uno scenario naturale unico composto da una vasta area boschiva in cui vive la più ampia popolazione di testuggine terrestre della regione.

9. Fortezza di Civitella del Tronto

Con una superficie di 25.000 mq e una lunghezza di 500 m la Fortezza di Civitella del Tronto è una delle più grandi e maestose d’Europa. Con le vaste piazze d’armi, i camminamenti di ronda e gli alloggiamenti dei soldati la struttura domina il borgo di Civitella, nella Val Vibrata e, al suo interno, ospita il Museo Storico delle Armi e delle Mappe Antiche.

Dopo la visita alla roccaforte un giro per il borgo è d’obbligo. Passeggia per il centro storico, una trama intricata di incroci, scale e vicoli. Tra questi cerca la “ruetta“, la via più stretta d’Italia, larga solo 43 cm. Da non perdere la Collegiata di San Lorenzo, di stampo rinascimentale, il Palazzo del Capitano, caratterizzato dallo stemma degli Angiò sulla facciata e, in Largo Rosati, la figura monumentale in marmo di carrara di Matteo Wade. Recati, infine, all’Abbazia di Montesanto, per scoprire uno dei complessi benedettini più antichi d’Abruzzo e, tutt’intorno, ammirare lo stupendo panorama del Parco Nazionale del Gran Sasso.

10. Valle dell’Orfento

Situata in provincia di Pescara, nel Parco Nazionale della Majella, la Valle dell’Orfento possiede un patrimonio di biodiversità tra i più significativi d’Europa. Allo scopo di preservare l’area negli anni ‘70 è stato deciso di creare la Riserva Naturale Statale della Valle d’Orfento. Le cose da fare e vedere qui sono davvero tante, ma la maggior parte dei visitatori si recano in quest’area per dedicarsi a escursioni, trekking e passeggiate nella natura.

La Riserva, infatti, offre vari sentieri escursionistici con diversi livelli di difficoltà. Durante le tue passeggiate potrai osservare scenari di una bellezza selvaggia con una vegetazione variegata e, se sarai abbastanza fortunato, potrai anche avvistare la fauna locale. Visita l’Area faunistica della Lontra, un importante centro di tutela della lontra europea, una specie a rischio estinzione. Tra le cose da vedere in zona, infine, impossibile non citare Caramanico Terme, uno dei borghi più affascinanti del Parco Nazionale della Majella. Oltre ad addentrarti nei vicoletti del centro storico, potrai sottoporti a vari trattamenti termali, per una vacanza all’insegna del benessere.

Quando acquisti o costruisci una casa con Fisit Costruzioni, sperimentare tutta la bellezza stagionale dell’Abruzzo è facile. Situata in posizione strategica, la tua nuova casa è vicino a piste da sci, passeggiate sulla neve o in spiaggia, vita nella natura e altro ancora. Goditi la meraviglia delle stagioni in una delle nostre case. Contattaci per scoprire la casa dei tuoi sogni.

Acquistare o affittare casa?

PRENDERE LA DECISIONE MIGLIORE PER TE 

La decisione di acquistare una nuova casa è importante e non è quella che di solito si prende dall’oggi al domani. Se hai iniziato a considerare la possibilità di rinunciare all’affitto per trasferirti a casa tua, ci sono i vantaggi di possedere una casa propria, così come i vantaggi dell’affitto, da considerare nel processo decisionale.

La maggior parte delle persone decide di passare dall’affitto alla proprietà a causa di un cambiamento di vita come il trasferimento, un nuovo lavoro, qualcuno che entra o esce dalla tua attuale situazione sentimentale, una nascita in arrivo, il matrimonio. Non importa in quale fase della vita ti trovi, possedere e affittare entrambi hanno dei vantaggi.

Vantaggi della proprietà:

  • Costruire valore commerciale
  • Flessibilità per apportare miglioramenti alla casa
  • I pagamenti ipotecari sono generalmente stabili
  • Mettere radici
  • Personalizzare l’arredamento e il paesaggio
  • Un posto da chiamare tuo

 

Vantaggi dell’affitto

  • Il proprietario si occupa della manutenzione straordinaria
  • L’assicurazione dell’affittuario può essere meno costosa dell’assicurazione del proprietario della casa
  • I costi delle utenze e delle imposte potrebbero essere inferiori
  • Passare da una situazione di affitto ad un’altra può essere più facile che vendere una casa